Press "Enter" to skip to content

Monte Sant’Angelo – San Michele Arcangelo

Leggenda vuole che l’Arcangelo Michele apparve in più occasioni ad alcuni pastori della zona, la prima volta in una grotta nei pressi del Lago di Varano, oggi piccolo santuario rupestre, ed una seconda nella grotta di Monte Sant’Angelo consacrando al suo culto questa terra, crocevia di fedeli da ogni parte del mondo. Il culto dell’Arcangelo che sconfisse il maligno è forte sul Gargano, tanto da spingere, in passato ed in parte ancora oggi, carovane di fedeli a compiere pellegrinaggi a piedi, partendo dai propri borghi di residenza sino a Monte Sant’Angelo nel mese di Settembre, in cui si celebra la festa del Santo. In passato i fedeli una volta superato l’ingresso all’atrio della chiesa si inginocchiavano e percorrevano gli ultimi metri, compresa la scalinata che conduce al santuario sotterraneo, in ginocchio, in segno di devozione. Lungo la scalinata che dall’atrio del Santuario scende sino alla Grotta sono presenti sulle pareti rocciose incisioni e impronte dei fedeli, alcune di queste risalenti ai primi secoli del II millennio. Ancora oggi all’interno della grotta- santuario si respira un’aura mistica che invita al raccoglimento e alla preghiera anche i più scettici.

Distanza da Peschici: 76 km